Detrazione fiscale per le spese del materasso: quando richiederla?

Uno degli acquisti più importanti che possiamo realizzare e che deve essere fatto con cura è quello per il nostro materasso, il letto è un posto dove passiamo gran parte del nostro tempo e dove soprattutto riposiamo.

Dunque è importante scegliere il materasso giusto al giusto prezzo e secondo le nostre esigenze.

Un materasso in molti casi è considerato un vero e proprio dispositivo medico necessario per un riposo sano e corretto di molte persone. Per questa motivazione lo Stato italiano mette a disposizione dei sostegni economici per chi ne ha necessità ma ha anche bisogno di non far gravare una spesa troppo pesante sul proprio bilancio.

Una volta fatto l’acquisto infatti c’è la possibilità di chiedere una detrazione fiscale.

Il materasso come detto è un bene di prima necessità e quindi rientra in un programma di agevolazioni fiscali previste per questa tipologia di merce, sono quindi previste detrazioni fiscali per le spese del materasso.

Essendo parte di un arredo rientra nel Bonus Mobili per quanto riguarda le agevolazioni per chi ha necessità di ristrutturare casa.

Ma in cosa consiste questa agevolazione fiscale per il materasso?

Per chi ne fa richiesta è prevista una detrazione dell’Irpef del 50% sulle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, in queste spese sono inclusi anche i mobili e quindi anche il materasso.

La cifra massima di bonus arriva a 10.000 euro per ogni richiesta, quindi per ogni singola unità abitativa.

Questa detrazione non avverrà però direttamente al momento dell’acquisto ma sarà calcolata ed applicata successivamente.

Vediamo insieme chi ha diritto a queste detrazioni fiscali per il materasso.

Le detrazioni possono essere richieste da ogni persona fisica che ha presentato la propria dichiarazione dei redditi, oltre a questo però ci sono altri requisiti che è necessario rispettare.

Se non è una persona fisica a richiedere la detrazione ma è una coppia, le persone interessate devono essere coniugate o conviventi more uxorio (una persona che ha una relazione affettiva stabile ed in comunione di vita con un’altra), oppure una delle due persone non deve ancora aver compiuto i 35 anni di età.

La detrazione fiscale poi può essere concessa solo con determinate forme di pagamento, il bonifico bancario insieme alle carte di debito e di credito sono le uniche forme accettate.

Oltre ai materassi a molle tradizionali esistono poi anche i materassi ortopedici, anche in questo caso è possibile ottenere una detrazione.

Stiamo parlando di materassi con delle specifiche caratteristiche mediche, che quindi rappresentano un bene ad uso sanitario.

In questa categoria rientrano anche i materassi antidecupito, questi materassi sono stati classificati dal Ministero della Salute, e sono stati inseriti tra i dispositivi medici (decreto legislativo n. 46/1997).

Le detrazioni fiscali sono dei bonus che rientrano tra quelli approvati dall’Agenzia delle Entrate e queste sono le modalità e requisiti per richiederle.

L’agevolazione fiscale viene concessa anche a condizione che venga certificato l’acquisto finalizzato all’arredo di un edificio in ristrutturazione avvenuto dall’1 gennaio 2016 in poi.

Con i requisiti adeguati è quindi possibile acquistare un materasso adatto alle nostre esigenze con la certezza che questo non sarà un particolare peso economico da sostenere.
Approfitta del black friday sui materassi su Amazon, migliaia di prodotti a prezzo scontato!

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -
Bricotrends
ULTIMI ARTICOLI